Il ministro Guerini a Palermo: “Incendi? Se la Sicilia chiederà aiuto, l’aiuto non mancherà”

“Se ci sarà una richiesta di aiuto nelle sedi istituzionali, l’aiuto non mancherà”. Lo garantisce sul fronte dell’emergenza incendi in Sicilia, il ministro della Difesa Lorenzo Guerini in visita oggi a Palermo: il ministro si è recato prima al monumento in ricordo delle vittime di Capaci, poi alla caserma dei Carabinieri di Uditore (realizzata nella ex residenza di Totò Riina) e nel pomeriggio anche a Corleone.

Guerini sottolinea l’impegno e gli sforzi fatti durante la pandemia, ma allo stesso tempo ribadisce che i militari sono pronti a dare il loro contributo anche nell’emergenza incendi (rispondendo indirettamente alla proposta lanciata dal governatore Musumeci di impiegare proprio l’Esercito per funzioni di deterrenza e controllo): “Le forze armate sono aperte a ogni forma di collaborazione che verrà richiesta nelle forme in cui deve essere richiesta”.

Sul fronte della lotta alla mafia e alla criminalità organizzata garantisce inoltre un “impegno prioritario dello Stato, delle Istituzioni, delle forze di polizia, della magistratura”- Guerini l’ha definita “una battaglia condotta da tutta la società civile. “Risultati come quelli di ieri – con riferimento al recente blitz con 81 arresti – rappresentano un duro colpo alla mafia ma sono anche simbolicamente importanti perché danno la testimonianza a queste comunità che lo stato c’è”.

TRAGEDIA A ERICE: UOMO MUORE DOPO UN MALORE IN ACQUA

COVID, BRUSAFERRO: “LA DISCESA DEI CONTAGI SI È FERMATA”

COVID, IN SICILIA PROROGATI I CONTRATTI DEI MEDICI

GRADIMENTO DEI SINDACI, PALERMO E CATANIA A PICCO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI