Il ministro Provenzano a Catania: “Investire sulla Sicilia è interesse di tutta l’Italia”

Da “Resto al Sud” all’importanza strategica degli investimenti in Sicilia. Questi alcuni dei temi trattati dal ministro per il Sud Giuseppe Provenzano, a margine di un incontro organizzato dalla Cgil a Catania presso la facoltà di Scienze politiche in via Vittorio Emanuele II.

Il ministro difende il lavoro svolto dal Governo sulla manovra finanziaria e annuncia: “Nei prossimi giorni pubblicheremo il decreto che rende operativo ‘Resto al Sud’, che si allarga ai servizi, ma i giovani non tornano e restano per decreto: bisogna riavviare un processo di sviluppo profondo.Dobbiamo approvare subito la legge di bilancio che contiene manovre importanti per il Sud e per la Sicilia, il credito di imposta per investimenti e altre misure sulla ricerca e l’innovazione, il raddoppio per la strategia delle aree interne dell’Isola che mai come in questo caso è fondamentale”.

“Siamo anche a lavoro per il ‘Piano per il Sud’ – ha aggiunto – e quando sarà approvata la Manovra, avremo anche questo piano che non vorrei chiamassimo ‘Piano per il Sud’, ma ‘Piano per l’Italia’ perché l’investimento sulla Sicilia è interesse di tutta la Nazione, anche della piccola e media impresa del centro-nord. Dobbiamo superare questa contrapposizione territoriale”.

E sui fondi europei sottolinea: “Non lo dico con polemica. Al governatore della Sicilia, Nello Musumeci, ho dato disponibilità a lavorare insieme per evitare che un solo euro di fondi europei venga perduto. I siciliani non meritano di pagare due volte il costo delle inefficienze”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI