Il Pd denuncia Cateno De Luca per istigazione a disattendere le ordinanze. “Atto dovuto”

Il Partito Democratico attacca il sindaco di Messina Cateno De Luca e annuncia che nei suoi confronti verrà sporta denuncia “per istigazione a disobbedire le leggi”.

A prendere posizione sono i deputati e componenti della segreteria nazionale del Partito Democratico Carmelo Miceli ed Emanuele Fiano e Dario Parrini, senatore Dem, presidente della Commissione Affari Costituzionali del Senato.

“Incitare la cittadinanza a disattendere una ordinanza regionale sull’ordine pubblico – dice la nota congiunta – istigandola ad andare allo scontro totale non è solo un gesto irresponsabile che mortifica le istituzioni: è reato. In un momento delicato come quello che stiamo vivendo, frasi come ‘da Messina partirà la reazione’, ‘disattendiamo tutti l’ordinanza di Musumeci, ve lo dice il sindaco’, ‘verranno tutti ci vorrà l’esercito’, ‘qui si va allo scontro, qui ognuno di noi rischierà qualcosa’, ‘arrestateci tutti’ non possono non chiamare a risponderne chi le ha pronunciate, specialmente se questi è un sindaco della città metropolitana, cioè uno che dovrebbe collaborare con le altre istituzioni al mantenimento dell’ordine pubblico”.

“Adire le vie legali, quindi, è per noi un atto dovuto. Un mezzo necessario a tutelare la democrazia e le istituzioni da chi, scientemente, ha dato ripetutamente prova di volerle offendere, umiliare e sovvertire”.

NUOVO DPCM DI GIUSEPPE CONTE, ECCO COSA PREVEDE

CORONAVIRUS, L’ULTIMA ORDINANZA DI MUSUMECI

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 24 OTTOBRE

MANIFESTAZIONE NOTTURNA DEI COMMERCIANTI DI PALERMO 

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI