Il pentito Rosano “svela” gli omicidi irrisolti degli anni ’90: dichiarazioni al vaglio

Sono state rese note le dichiarazioni del nuovo collaboratore di giustizia, Vincenzo Rosano, che riguardano i processi scaturiti dalle operazioni “Adrano Libera” e “Impero” della Polizia di Stato.

Sono diversi gli imputati ritenuti appartenenti al clan mafioso Santangelo “Taccuni” di Adrano accusati di associazione di tipo mafioso, estorsione, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti (cocaina, eroina e marijuana), svariati reati contro il patrimonio, nonché truffa e falso in danno dell’INPS.

Al vaglio quindi le dichiarazioni di Rosano e la loro attendibilità: ai magistrati sarebbero stati raccontati diversi omicidi irrisolti degli anni ’90 nel territorio di Adrano, per i quali non erano ancora stati ancora individuati gli autori.

Il figlio Valerio Rosano, invece, diversi anni prima aveva scelto di collaborare con la giustizia.

COMO, IL COMANDANTE UCCISO DAL COLLEGA ERA PALERMITANO: QUESTA MATTINA L’IRRUZIONE

DE LUCA DIMESSO DOPO IL MALORE: “ADESSO STO BENE”. ERA UN ATTACCO DOVUTO ALLO STRESS

CUFFARO: “SICILIA PRIMA IN ITALIA PER GIOVANI DISOCCUPATI. SÌ AL PROGRAMMA REGIONALE FSE+”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI