Il Pd si spacca? Torna d'attualità una "grande forza" dei moderati

Il segretario del PD Zingaretti a Castelvetrano: “Serve battaglia di verità per un Paese tradito”

“Da Milano alla Sicilia domani (25 aprile, n.d.r.) è opportuno che tutti tengano le orecchie aperte e siano per le strade a ricordare che la storia non si ripropone mai nelle stesse forme però ritorna”.

Così il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti giunto a Castelvetrano (Trapani) in sostegno del candidato sindaco dei dem alle amministrative di domenica prossima, Pasquale Calamia.

Zingaretti ha anche affermato che “gli italiani sono bombardati da un diluvio di selfie, sorrisi, battute e fidanzate. Serve una grande battaglia di verità per un Paese che è stato tradito”.

Il segretario del PD ha anche dichiarato che “oggi chi va a prendere un litro di benzina paga 2 euro: uno dei pilastri della destra era quella di ridurre le accise”, sottolineando che “chi ha raccolto la fiducia di chi aveva paura sta usando quella fiducia per risolvere i problemi dei partiti che gestiscono il potere”.

Poi, rispondendo ai cronisti mentre sorseggiava un caffè prima del comizio, ha detto: “Una puntata del commissario Montalbano con mio fratello Luca? Perché no, magari la facciamo per le politiche”.

Infine, Zingaretti ha concluso così il comizio: “Castelvetrano con il commissariamento per mafia è caduta in ginocchio ma noi la vogliamo rialzare […] La mafia non è una piovra imbattibile”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI