vaccini

Il vaccino anti-tbc protegge dal Coronavirus? L’Oms frena: “Nessuna evidenza scientifica”

L’Oms “non raccomanda il vaccino Bcg per prevenire il Covid-19”: non ci sarebbe al momento alcuna evidenza che il vaccino contro la tubercolosi (Bcg) protegga contro l’infezione da nuovo Coronavirus.

É quanto afferma l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) in documento, precisando che “due studi clinici sono in corso” in proposito e l’Oms “valuterà le evidenze quando saranno disponibili”. Ma “in assenza di evidenze scientifiche”, l’uso del vaccino come terapia di prevenzione contro il Covid-19 non è raccomandata.

Il riferimento è ad alcuni studi pubblicati online in cui gli autori comparano l’incidenza dei casi di Covid-19 nei Paesi dove è impiegato il vaccino Bcg ed in quelli in cui non è utilizzato, osservando che nei Paesi dove il vaccino anti-tbc è usato di routine per i neonati si registrerebbe un minor numero di casi di Covid-19. L’Oms invita però alla cautela, sottolineando che tali studi “sono inclini a distorsioni significative per il peso di molti elementi confondenti”.

L’Oms continua semplicemente a raccomandare la vaccinazione Bcg ai neonati nei Paesi con alta incidenza di tubercolosi ed avverte che un diverso impiego delle forniture locali del vaccino potrebbe portare ad una riduzione nelle vaccinazioni neonatali con un “incremento di malattia e decessi da Tbc”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI