Il viceministro Castelli: “Siamo vicini a una soluzione per i Comuni della Sicilia”

Laura Castelli, viceministro dell’Economia e delle Finanze, si è espressa sui problemi dei Comuni siciliani, annunciando che è vicina una soluzione. “Sono vicina ai sindaci che si riuniscono nell’Assemblea di ANCI Sicilia – afferma – . Conosco molto bene il problema dei Comuni siciliani, che ho sempre seguito in questi anni, e ritengo che la prossima settimana si possa chiudere definitivamente il cerchio“.

“Abbiamo portato avanti tutte le interlocuzioni necessarie per arrivare a una soluzione che consenta loro di chiudere i bilanci del 2021 e di risolvere le problematiche che li vedono attraversare una fase di tensione finanziaria che affonda le sue radici a prima del Covid – continua – . Come Governo, nel rispetto delle prerogative di ciascuno, ove fosse necessario, stiamo valutando anche il ricorso allo stanziamento di risorse aggiuntive, proprio per evitare che ad essere penalizzati possano essere i cittadini. Già in Manovra abbiamo assicurato ulteriori risorse per i Comuni della Sicilia in deficit strutturale“.

Esprime soddisfazione per quanto prospettato dal viceministro il deputato del Pd Carmelo Miceli: “I Comuni siciliani vanno messi nelle condizioni di chiudere i bilanci. Per questo sono soddisfatto per le parole del viceministro Laura Castelli che ha annunciato un intervento del Governo accogliendo il grido d’allarme dei sindaci. Bisogna consentire lo slittamento al 31 dicembre per la presentazione dei bilanci di previsione e ridurre, anche progressivamente, il fondo dei crediti di dubbia esigibilità. Ma subito dopo si punti a un intervento strutturale che agisca sulla capacità di riscossione che non può gravare solo sui Comuni”. Poi conclude: “Dare una mano ai Comuni siciliani è una priorità, è indispensabile lo stanziamento di risorse aggiuntive tenendo conto dell’insularità”.

MATTARELLA CONFERISCE 33 ONORIFICENZE AL MERITO PER IMPEGNO CIVILE: CI SONO DUE SICILIANE

CORRUZIONE NEI LAVORI PUBBLICI, CINQUE ARRESTI TRA LE PROVINCE DI CATANIA E CALTANISSETTA

COVID, LIMINA E MONFORTE SAN GIORGIO IN “ZONA ARANCIONE” FINO AL 24 NOVEMBRE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI