“In quel telefono c’erano le foto e i ricordi del fidanzato morto”: un ladro restituisce il cellulare

Si è pentito del proprio gesto e ha cercato di rimediare. Una storia di cronaca piuttosto anomala che vede protagonisti un giovane rapinatore, una commessa rapinata, lo chef Natale Giunta e una storia d’amore vero.

L’antefatto è abbastanza “normale”, routine di cronaca: un giovane nella serata di mercoledì entra in un locale pubblico, il “Passami u coppu” che si trova ad angolo tra corso Vittorio Emanuele e via Roma e ruba tra l’altro il cellulare della commessa che si trovava alla cassa. Poi scappa. Il valore commerciale del furto c’entra poco, perchè il problema è che la ragazza aveva custodito nel cellulare tutte le foto e i ricordi di una storia d’amore finita in modo tragico per la morte del fidanzato.

L’episodio, con le sue motivazioni, è stato segnalato dal popolare chef palermitano Natale Giunta che sulla propria pagina Facebook ha deciso di pubblicare la foto del giovane ripresa dalle telecamere e accompagnando il post con un messaggio piuttosto chiaro: “Stasera sei entrato al @passami_u_coppu, hai rubato il cellulare alla cassiera, una ragazza già colpita mesi fa dalla morte del fidanzato,in quel cellulare c’era tutta la loro vita, ti dico solo portalo, mi fai pena, ti dovresti solo vergognare. La ragazza In questo momento si trova per una crisi di panico in ospedale”.

Un messaggio che, vista la popolarità dello chef, ha avuto migliaia di condivisioni e commenti e che in poche ore ha fatto il giro del web diventando virale. La storia assume contorni romantici 24 ore dopo, quando il telefonino viene restituito alla commessa. Nuove lacrime, ma questa volta di gioia.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI