Incendi, Musumeci: “Parleremo con Roma. L’esercito potrebbe essere deterrente…”

Nello Musumeci, presidente della Regione Siciliana, è intervenuto al termine della riunione con la Protezione Civile e i sindaci dei Comuni maggiormente colpiti dalla ricaduta di cenere dell’Etna, e ha fatto il punto sull’emergenza incendi in Sicilia.

“Il tema degli incendi non è meno preoccupante di quello della cenere vulcanica – afferma Musumeci – . La prossima settimana incontreremo l’Unità di crisi nazionale. I piromani sono in piena attività e contro questi delinquenti, non ho difficoltà a dirlo, ci vorrebbe il carcere a vita. Perché il danno che fa un piromane al patrimonio botanico, boschivo, alla flora e alla macchia mediterranea è enorme. In un attimo si distrugge quello che la natura ha creato in 40-50 anni: non è concepibile che questo avvenga”.

L’Esercito potrebbe essere un deterrente per i piromani che si muovono nelle aree rurali per fare danno – continua – . Vedremo se il ministero dell’Interno sarà nelle condizioni di potere reclutare il personale che peraltro abbiamo già avuto durante le fasi del controllo nella pandemia. Io penso che un paio centinaia di soldati al posto giusto potrebbero essere un deterrente insieme con le altre Forze dell’Ordine”.

E sulla situazione legata alla cenere dell’Etna, che sta mettendo in difficoltà diversi Comuni limitrofi al vulcano, Musumeci dice: “La prossima settimana l’Unità di crisi nazionale si riunirà in Sicilia su mia richiesta – Protezione Civile, Vigili del Fuoco e tutto il personale tecnico necessario – per fare il punto su una situazione. L’Etna ci tiene desti, la caduta di cenere crea una condizione di disagio indescrivibile per gli abitanti. Noi abbiamo la necessità di garantirne la rimozione nel più breve tempo possibile e di intervenire anche sui privati. E quando dico noi, intendo noi Stato. Ecco perché a Roma chiederemo una norma nazionale perché venga finanziata l’attività di intervento di sostegno degli Enti Locali, per i privati e per le imprese. E lo stesso chiederemo al Parlamento regionale siciliano”.

INCENDI IN SICILIA, RIUNITA L’UNITÀ DI CRISI NAZIONALE 

CALTAGIRONE, INCENDIO ALLA KALAT IMPIANTI 

GRADIMENTO DEI SINDACI, PALERMO E CATANIA A PICCO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI