Inchiesta Ast, Musumeci denuncia il direttore: “Siamo contro ogni malaffare”

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha commentato l’indagine su truffa e corruzione della Guardia di finanza di Palermo sull’Ast, nella quale è coinvolto anche Andrea Ugo Enrico Fiduccia, 71 anni, direttore generale Ast.

“Com’è noto a tutti in Sicilia, il governo della Regione ha formalmente mosso in questi anni tutti i rilievi possibili al direttore dell’Ast, che ho incontrato una sola volta, in riunione al Palazzo Orleans – credo nel 2020 – e al quale ho manifestato pubblicamente tutta la mia disistima, chiedendo al presidente dell’Ast di rimuoverlo”, afferma Musumeci.

“Alla luce delle intercettazioni oggi diffuse, ho dato mandato ai miei legali di presentare una denuncia – continua – . Sono orgoglioso, invece, che nell’ordinanza – ancora una volta – si evidenzi come l’attività del mio governo abbia impedito la commissione di atti illegittimi. Siamo stati contro ogni malaffare e adesso (e nel futuro) emergerà sempre la nostra linearità di condotta rispetto a certe abitudini che, forse, si vogliono dimenticare”.

INCHIESTA AST, BARBAGALLO (PD): “TRAVOLTO IL GOVERNO REGIONALE: MUSUMECI SI DIMETTA”

L’INCHIESTA SULL’AST, CHI SONO I NOVE DESTINATARI DELLE MISURE CAUTELARI / NOMI

CORRUZIONE E REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALL’AST: 16 INDAGATI

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI