Girgenti acque
Girgenti acque

Inchiesta Girgenti Acque, il gip dispone il carcere solo per Campione: in 4 ai domiciliari

Ordinanza di custodia cautelare in carcere solo per Marco Campione. Questa la decisione del gip del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, in sede di convalida del fermo nell’ambito della maxi inchiesta “Waterloo” sulla Girgenti Acque. Durante il blitz erano state fermate 8 persone: oltre a Campione (ex presidente di Girgenti Acque e considerato figura centerale dell’inchiesta), 4 di loro vanno ai domiciliari.

Ai domiciliari vanno: Pietro Arnone, 58 anni, amministratore unico di Hydortecne, società gemella di Girgenti Acque; Calogero Patti, 53 anni, dipendente di Girgenti Acque; Angelo Piero Cutaia, 51anni, direttore amministrativo di Girgenti Acque; Gian Domenico Ponzo, 54 anni, direttore generale Girgenti Acque.

Tre tornano in libertà: sono Francesco Barrovecchio, responsabile tecnico Hydortecne; Calogero Sala, direttore tecnico e progettazione Girgenti Acque e Igino Della Volpe, membro del consiglio di amministrazione di Girgenti Acque. Quest’ultimo è tornato in libertà ieri dopo essere stato fermato a Taranto: è stato rimesso in libertà dal gip del tribunale pugliese Rita Romano. Oggi stesso provvedimento è stato preso dal giudice di Verbania Elenia Cerotti per Barrovecchio.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 26 GIUGNO 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 26 GIUGNO 2021

I DATI ANALITICI DELLE PROVINCE OGGI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI