Falcone-Milazzo

Inchiesta IACP di Palermo, indagati il deputato Milazzo e l’assessore Falcone

Il Capogruppo di Forza Italia all’Assemblea Regionale Siciliana, Giuseppe Milazzo, e l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla Procura di Palermo nell’ambito di un’inchiesta sull’IACP, l’Istituto autonomo case popolari.

I PM indagano su presunte pressioni fatte da Milazzo nei confronti di Falcone per togliere Calogero Berlingheri dalla guida dell’IACP – con cui avrebbe avuto contrati su alcuni affidamenti di beni immobili pubblici – e per sostituirlo con Ferruccio Ferruggia, nominato successivamente commissario dell’istituto.

I magistrati hanno sequestrato lo smartphone a Milazzo con lo scopo di trovare al suo interno le tracce (sms, mail e telefonate) delle sue pressioni.

L’assessore Marco Falcone, a cui la Procura ha inviato un avviso di proroga delle indagini (così come a Milazzo), all’Ansa ha dichiarato: “Sono sereno, non ho mai subito pressioni e di conseguenza non ho agito su sollecitazione di alcuno”, aggiungendo che “Ferruggia fa parte della mia squadra da tempo, doveva entrare nel mio gabinetto. L’ho scelto su base fiduciaria, è una nomina politica fatta senza alcuna pressione”.

LE REAZIONI

GIANFRANCO MICCICHE’: Il presidente dell’Ars Miccichè: “Ho appena parlato con l’assessore alle infrastrutture Marco Falcone e con il capogruppo di Forza Italia all’Ars Giuseppe Milazzo che mi hanno detto di essere sereni e tranquilli. Se lo sono loro lo sono anch’io. Ad entrambi va la mia solidarietà”.

NELLO MUSUMECI: Il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci: “L’assessore Marco Falcone gode della mia fiducia, proprio come nel primo giorno. Prendo atto dell’indagine avviata dalla magistratura e con assoluta serenità ne attendiamo la conclusione”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI