Incidente Belmonte Mezzagno, i carabinieri: “L’auto andava oltre i limiti di velocità”

Ancora grande sgomento a Belmonte Mezzagno, dove nella notte fra sabato e domenica si è consumata una vera e propria tragedia della strada con la morte di due ragazzi, il ferimento di altri tre e l’arresto del conducente dell’auto su cui erano a bordo.

L’auto è uscita di strada e ha preso fuoco. Il maggiore dei carabinieri Marco Montemagno, comandante della compagnia di Misilmeri, sentito dal Giornale di Sicilia, spiega: “Dai rilievi effettuati e dalla modalità d’impatto sugli alberi abbiamo accertato che l’andatura del mezzo era oltre i limiti consentiti che attraverso gli accertamenti fatti in ospedali si è verificato che il conducente era sotto l’effetto di alcol e sostanze stupefacenti”.

E aggiunge: “Sulla condizione dei feriti abbiamo un minorenne presso l’ospedale Buccheri la Ferla con una prognosi di una trentina di giorni, quello più grave si trova al Civico con un trauma toracico con versamento pleurico con prognosi riservata e assistenza nella respirazione mentre la persona tratta in arresto permane in regime di detenzione domiciliare presso il Policlinico di Palermo e non è in pericolo di vita”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI