È morto anche Antonino, il bambino di 9 anni coinvolto nell'incidente di Alcamo

Incidente di Alcamo, parla la fidanzata di Provenzano: “Amava i suoi bambini”

Fabio Provenzano è il 34enne che il 12 luglio scorso si è schiantato con la sua Bmw sulla A29, al bivio per Alcamo, con a bordo i suoi due figli: il 13enne Francesco (morto subito dopo l’incidente) e Antonino di 9 anni (deceduto 12 giorni dopo).

È emerso che poco prima dell’incidente l’uomo aveva fatto una diretta su Facebook mentre guidava ed aveva assunto sostanze stupefacenti.

Per questo motivo, Provenzano (che è uscito dal coma farmacologico) è accusato di omicidio stradale con l’aggravante di avere commesso il fatto sotto gli effetti della droga.

Valentina, la fidanzata dell’uomo, ha inviato una lettera a PartinicoLive.it, in cui ha scritto che “Fabio quella sera non era drogato come tutti dite, Fabio non ha mai voluto uccidere i suoi figli, Fabio viveva per loro. Ora lasciateci in pace“.

E ancora: “Amava i suoi bambini, ne hanno tutti approfittato per fare uno scandalo. Sappiamo solo noi quanto abbiamo sofferto e cosa abbiamo passato. Siamo essere umani e sbagliamo, tutti. So che lui morirà quando saprà di questo incidente“. Sì, perché a quanto pare all’uomo non è stato detto che i suoi due figli non ci sono più.

Valentina ha anche affermato: “Non ho risposto a nessun insulto o nessun commento cattivo, perché l’ultimo dei miei pensieri eravate voi. Adesso dico basta. Dico basta al mondo intero dico basta ai giornali dico basta alla cattiveria. L’unica risposta che do sempre e continuerò a dare sempre: ‘Nessun genitore vuole il male dei suoi figli’“.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI