Indice della criminalità, Enna in cima alla classifica degli omicidi volontari

Nuovo studio del Sole 24 Ore. È stata elaborata una mappa del crimine che emerge dalle statistiche del 2021, estratte dalla banca dati interforze dal dipartimento di Pubblica Sicurezza del ministero dell’Interno, poi confrontate con quelle degli anni precedenti.

Enna sostituisce Caltanissetta in cima alla classifica degli omicidi volontari – ed è seguita da Aosta – mentre Biella e Ragusa vestono la maglia nera per, rispettivamente, estorsioni e usura. A livello nazionale, invece, Milano si conferma al vertice dell’Indice della criminalità, che entrerà nell’indagine della Qualità della Vita 2022 a fine anno, con 193.749 reati denunciati nel corso del 2021: 5.985 ogni 100mila abitanti.

Rimini si conferma al secondo posto dell’Indice di criminalità 2022. Come per Milano sono i furti la tipologia di reato più denunciata. Seguono per densità di crimini le altre grandi città: tra le prime dieci classificate si incontrano – oltre a Milano – anche Torino (3ª), Bologna (4ª), Roma (5ª), Firenze (7ª) e Napoli (10ª).

I dati 2021 confermano anche una serie di primati negativi ormai consolidati: Milano capitale dei furti in generale davanti a Rimini e Roma; Barletta in cima alla classifica di quelli d’auto; Napoli prima per furti con strappo e di motocicli, ma anche di contrabbando.

CUFFARO (DC): “SERVONO RIFORMA ELETTORALE, DELLA GIUSTIZIA E DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE”

SCONTRO AUTO-FURGONE NEL SIRACUSANO, GRAVE UN CENTAURO PER LE LESIONI RIPORTATE

DE LUCA: “PRONTI A LAVORARE AL FIANCO DEL PRESIDENTE SCHIFANI CON IL NOSTRO GOVERNO OMBRA”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI