Interdittive antimafia in Sicilia: emessi 399 provvedimenti negli ultimi due anni

Quasi 400 interdittive antimafia in Sicilia negli ultimi due anni. E’ questo il dato emerso durante il seminario alla Prefettura di Palermo, alla Presenza del Presidente della Terza sezione del Consiglio di Stato Franco Frattini e il Procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho.

Nel biennio 2017/2018, il numero effettivo è di 399  provvedimenti su un totale  82.2071 richieste di documentazione antimafia pervenute nelle varie prefetture: a Palermo sono state emesse il maggior numero di interdittive (157 su 29.861 richieste), mentre a Messina il dato è 106 interdittive antimafia su 9.739 richieste. Segue Trapani con 72 interdittive su 8.568 richieste.

Ad Agrigento sono state emesse 29 interdittive su 9.017 richieste, a Catania sono 26 le interdittive emesse su 13.756 richieste pervenute, a Enna emessi 25 provvedimenti su 2.492 richieste, per quanto riguarda;  a Caltanissetta emessi 25 provvedimenti interdittivi su 5.500 richieste pervenute. In coda Ragusa (emessi 11 provvedimenti su 7.048 richieste) e Siracusa (13 i provvedimenti emessi su 3.223 richieste).

Il prefetto di Palermo Antonella de Miro commenta: “Le Prefetture sono baluardo a tutela dell’economia legale, le interdittive antimafia bloccano i possibili tentativi di infiltrazione mafiosa nei pubblici appalti, nelle autorizzazioni, concessioni di beni demaniali, nei commerci, nell’acquisizione di finanziamenti pubblici”.

Franco Frattini invece sottolinea: “Le interdittive sono la frontiera più avanzata per tutelare i valori costituzionali rilevanti”, ha spiegato Frattini nel suo intervento. Che chiede anche una accelerazione. Il perdere tempo è un male fatto alle istituzioni”.

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI