Isola delle Femmine (Palermo): immersione fatale per due sub palermitani

Un sub è morto e un altro risulta ancora ufficialmente disperso (ma ormai non sembrano esserci speranze) nel mare di Isola delle Femmine, sul litorale occidentale di Palermo. Il corpo della vittima, il 56enne Antonio Aloisio, è stato recuperato dalla Capitaneria di Porto e trasferito nel porticciolo della località balneare. Il secondo sub, anche lui palermitano, si chiama Giuseppe Migliore, 58 anni.

I due sub, appasionati di diving, si erano immersi insieme nella zona dell’isolotto, a circa un miglio dalla costa per una esplorazione del relitto del “Loreto”, un piroscafo affondato nella zona di Isola delle Femmine nel 1942 in piena seconda guerra mondiale: sembra che Migliore sia rimasto incastrato tra i relitti a una settantina di metri di profondità e il recupero è piuttosto difficoltoso anche a causa delle non buone condizioni del mare.

A bordo del gommone che avevano preso in affitto nel porto di Isola delle Femmine erano in tre: insieme ai due sub c’era l’istruttore Giovanni Cangialosi.

Il primo a sentirsi male è stato Aloisio che è riuscito a risalire sul gommone prima di perdere i sensi. L’amico lo ha subito portato sulla banchina del porticciolo dove i sanitari del 118 hanno cercato di rianimarlo, ma per lui non c’è stato nulla da fare. Le ricerche del disperso vengono condotte dalla Guardia Costiera e dai sommozzatori dei vigili del fuoco anche con l’ausilio di un piccolo robot subacqueo che è in grado di operare anche a grandi profondità.

Sull’incidente è stata aperta un’inchiesta ed è stato sequestrato anche il gommone oltre all’attrezzatura da sub.

 

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI