Istat, indice dei prezzi: a Palermo, +0,2% nel mese di marzo

A Palermo l’indice dei prezzi al consumo torna in territorio positivo. Lo riporta l’Istat, segnalando che l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività nazionale (NIC) nel mese di marzo ha fatto registrare un +0,2%, mentre a febbraio era -0,1%. Il dato è +0,9% invece rispetto allo stesso mese del 2018 (a febbraio era +1,1%).

L’istituto di statistica comunica anche i dati relativi all’inflazione di fondo: al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, a marzo è risultata pari a +0,2% (in diminuzione rispetto al +0,4% di febbraio), mentre al netto dei soli beni energetici, l’indice dei prezzi al
consumo ha fatto registrare una variazione tendenziale pari a +0,4% (a febbraio era a +0,7%).

Per quando riguarda invece l’indice dei prezzi al consumo relativo ai beni, si registra un +1,4% (in diminuzione rispetto a febbraio quando era pari a +1,5%), mentre l’indice relativo ai servizi ha fatto registrare una variazione annua pari a +0,2% (anch’essa in diminuzione rispetto a quanto registrato a febbraio).

Infine l’indice relativo ai prodotti acquistati con maggiore frequenza ha fatto registrare una variazione rispetto all’anno precedente pari a +1,4% (in diminuzione rispetto al +1,5% registrato a febbraio).

Categorie
economia
Facebook

CORRELATI