La denuncia della Lega: “Musumeci ha tagliato i fondi per il cimitero a Palermo”

“La Giunta regionale ha tagliato dalla rimodulazione delle risorse del Fondo di sviluppo e coesione i 15 milioni destinati alla realizzazione del nuovo cimitero di Ciaculli a Palermo. Il taglio dei fondi, inseriti su proposta della deputata della Lega Marianna Caronia dalla Commissione bilancio dell’Ars, è avvenuto su proposta fatta direttamente dal presidente Musumeci”.

La critica viene dai deputati regionali della Lega secondo cui “si tratta di un fatto gravissimo, politicamente e tecnicamente. Politicamente perché da parte del Governatore, come per tantissimi altri provvedimenti, è arrivato un segnale di indifferenza e spregio verso le decisioni del parlamento regionale. Tecnicamente perché è noto a tutti che la realizzazione del nuovo cimitero è la vera ed unica soluzione strutturale per il problema delle sepolture nel capoluogo. Ovviamente non potremo non tenere conto di questa scelta che appare priva di qualsiasi logica.”

Sulla situazione del cimitero di Palermo erano intervenuti nei giorni scorsi anche Matteo Salvini e Nino Minardo, con una interrogazione parlamentare ai ministri dell’Interno e della Salute nella quale era stato proprio sottolineato che la Regione si apprestava a sostenere la soluzione strutturale del problema con il finanziamento di 15 milioni.

“E’ evidente – affermano i deputati regionali del Carroccio – che il presidente Musumeci non ha a cuore la soluzione dei problemi di Palermo, nemmeno quando per farlo non deve impegnare fondi regionali ma fondi nazionali. E’ un fatto che tutti i palermitani, e soprattutto le famiglie che hanno i propri cari defunti in attesa di inumazione, devono sapere”.

Un commento che non si discosta molto da quello, estremamente caustico, del sindaco di Palermo Orlando che sulla vicenda dell’emergenza cimiteriale ha perso parecchi punti nell’indice di gradimento. “La sottrazione dei 15 milioni di euro – ha sibilato Orlando – tolti all’ulteriore integrazione della progettazione del nuovo cimitero di Ciaculli rappresenta, nella grave emergenza che vive la città di Palermo, un atto irresponsabile che purtroppo appare essere una mancanza di sensibilità e collaborazione istituzionale. Nonostante questo l’amministrazione comunale continuerà a fare la propria parte sperando che possa esserci un ripensamento da parte del governo regionale”.

BRONTE, UCCIDE LA MOGLIE E TENTA IL SUICIDIO

REGIONE, VIA LIBERA A NUOVI CONCORSI: 1.400 POSTI DISPONIBILI

GREEN PASS: VERSO L’OBBLIGO PER STATALI E CATEGORIE

PALERMO, È MORTO L’EDITORE TONI SAETTA

DA PALERMO A MONZA, LO SPOT DELLA RED BULL – VIDEO

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI