La morte del cuoco Lucifora, c’è un indagato: sarà effettuata la comparazione del Dna

Novità nelle indagini sull’omicidio del cuoco di Modica, Peppe Lucifora, 57 anni, ucciso il 10 novembre dello scorso anno nel suo appartamento: un sospettato è stato iscritto nel registro degli indagati per atto dovuto, perché su di lui si devono effettuare le comparazioni del Dna con le tracce individuate nella stanza (chiusa a chiave) dove è stato trovato il cadavere del cuoco.

La relazione, depositata lo scorso mese dal medico legale Giuseppe Iuvara e relativa all’autopsia effettuata sul corpo di Lucifora, aveva confermato che l’uomo è stato colpito con violenza, tanto da fargli perdere i sensi, e poi strangolato con la sola mano destra, stando ai segni rimasti sul corpo. Secondo le evidenze degli accertamenti, la vittima non avrebbe però opposto alcuna resistenza.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI