La morte di Viviana e Gioele, Daniele Mondello: “Ormai ho perso tutto, io non mi fermo”

“L’unica cosa positiva è che posso finalmente dare una sepoltura ai miei cari. Ma io non mi fermo”. A dirlo è Daniele Mondello, marito di Viviana Parisi e padre del piccolo Gioele, dopo che nei giorni scorsi l’inchiesta sulla loro morte nelle campagne di Caronia è stata archiviata.

Daniele Mondello parla a margine dei funerali nel Duomo di Messina: “L’ho detto e lo faccio, non mi fermerò mai. Ormai ho perso tutto e quindi non mi interessa più niente. Mi hanno tolto tutto e ora continuerò fino alla mia morte”.

A parlare è anche il legale, Claudio Mondello, sostenendo come l’archiviazione non sia un provvedimento idoneo a mettere la parola alla fine alla vicenda sul piano giuridico. Inoltre rivela che Daniele Mondello ha presentato autonoma querela in merito alla condotta dei vigili del fuoco: “Avevano il cadavere di Viviana sotto gli occhi già dal 4 agosto. Il cadavere era lì sotto il traliccio. Se n’è accorta solo dopo uno dei consulenti dei magistrati, la dottoressa Somma. Perché le immagini del drone non sono mai state trasmesse in Procura?”.

CANCELLERI ATTACCA LA REGIONE: “PROGETTUALITÀ ASSENTE. E NON SPENDE I SOLDI ARRIVATI DA ROMA”

IL VICEMINISTRO CASTELLI: “SIAMO VICINI A UNA SOLUZIONE PER I COMUNI DELLA SICILIA”

MATTARELLA CONFERISCE 33 ONORIFICENZE AL MERITO PER IMPEGNO CIVILE: CI SONO DUE SICILIANE

CORRUZIONE NEI LAVORI PUBBLICI, CINQUE ARRESTI TRA LE PROVINCE DI CATANIA E CALTANISSETTA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI