La “preside” siciliana Lucia Azzolina sarà ministro della Scuola nel Governo Conte

Una “preside” siciliana alla guida della Scuola italiana. Dopo le dimissioni di Lorenzo Fioramonti da ministro dell’istruzione, sarà Lucia Azzolina, fino ad oggi sottosegretaria, la nuova ministra della Scuola. A dare l’annuncio è stato il presidente del Consiglio Conte, in occasione della conferenza stampa di fine anno, sottolineando come ci sarà uno “sdoppiamento” del dicastero, da effettuare con apposito decreto. Ad Azzolina andrà la delega alla Scuola, mentre Gaetano Manfredi (già rettore della Federico II di Napoli) diventa il titolare dell’Università e Ricerca. Entrambi giureranno nei primi giorni di gennaio.

Nata a Siracusa il 25 agosto 1982 ma originaria di Floridia, Azzolina è laureata in filosofia e in giurisprudenza e ha iniziato la propria carriera come insegnante di sostegno, passando poi di ruolo nel gennaio 2014 presso l’I.I.S “Quintino Sella” di Biella. Dopo la laurea in giurisprudenza, ha poi svolto la pratica forense occupandosi di diritto scolastico oltre a diventare attiva nel sindacato ANIEF, dapprima in Piemonte, per poi operare in Lombardia per oltre un anno e mezzo.

Nel 2018 invece inizia concretamente l’impegno in politica con il Movimento 5 Stelle: si candida infatti alle parlamentarie per Novara-Biella-Vercelli-Verbania e parte della provincia di Alessandria, risultando la donna candidata più votata. E il 19 marzo 2018 è stata proclamata deputato della Repubblica Italiana eletta nella XVIII Legislatura. Nel maggio 2019 si è classificata tra gli idonei del concorso per dirigente scolastico, nelle cui graduatorie rimane iscritta in attesa di un eventuale reclutamento degli idonei, in subordine ai vincitori.

In un post sul proprio profilo ufficiale, commenta così la notizia: “Metterò tutto il mio impegno per riportare i ragazzi e il loro futuro al centro del sistema di Istruzione e del Paese. Non vedo l’ora di cominciare. Guidare il Ministero dell’Istruzione sarà per me un grande onore. Non nascondo l’emozione che provo in questo momento. Nella scuola ho passato gli anni più belli della mia vita, prima come studentessa e poi come insegnante. Alla scuola voglio restituire ciò che mi ha dato”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI