La Regione siciliana vara il piano Covid: previsti bandi per 278 milioni di euro

La Regione Siciliana vara un ‘Piano Covid’ e predispone una serie di bandi regionali per un totale di 278 milioni di euro per contributi alle imprese, promozione turistica, scuola, editoria e Confidi, servizi di trasporto.

Il piano, finanziato con fondi Fesr, rientra nelle misure previste dalla legge di stabilità approvata a maggio dall’Ars. I contenuti sono stati presentati in conferenza stampa.

Per il settore del turismo saranno a disposizione 640 mila voucher validi fino al 2023. “Vogliamo acquisire servizi in tutta la filiera del turismo in base ai codici Ateco”, ha spiegato l’assessore al turismo Messina. Il progetto prevede un primo avviso per acquistare i servizi che poi saranno inseriti all’interno di una piattaforma multimediale alla quale avranno accesso solo gli operatori siciliani”.

Nel settore della scuola la Giunta regionale impegna 38 milioni ma la misura fa parte di un piano complessivo da 120 milioni di euro, come ha spiegato l’assessore alla formazione Lagalla. I fondi serviranno per misure anticovid ma anche per l’acquisto di materiale e dispositivi per contrastare la pandemia. Previsti anche dieci milioni per i servizi di mobilità che andranno a tassisti o a titolari di noleggio con conducente e veicoli a trazione animale che hanno subito perdite per il coronavirus.

Una tranche da 30 milioni è divisa tra fondi all’editoria e il potenziamento dei confidi.

“Andremo avanti con altri bandi a seconda della reazione che registreremo su questi primi bandi – ha detto il Governatore Musumeci -. Ho raccomandato che i bandi fossero più snelli possibili, si tratta di un intervento emergenziale, perché le disponibilità finanziarie devono arrivare subito alle imprese, che sono in condizioni cianotiche. Il piano è stato frutto di un processo di confronto, di concertazione con tutti i gruppi parlamentari. Dal Parlamento sono arrivate le proposte integrative e la legge di stabilità 2020 è stata varata col proposito prioritario di dare sostegno agli operatori economici. In questi mesi ci sono state inevitabili polemiche sui ritardi, ma siamo convinti di non avere perso un solo giorno”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI