La scomparsa di Denise: il gip di Marsala dispone l’archiviazione dell’indagine

Il gip di Marsala ha accolto la richiesta della Procura locale e ha disposto l’archiviazione del fascicolo d’inchiesta sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone (avvenuta l’1 settembre del 2004 a Mazara del Vallo). All’archiviazione si sono opposti gli avvocati di parte civile, Giacomo Frazzitta e Piero Marino.

La decisione della Procura di riaprire le indagini risaliva al maggio 2021, a seguito del clamore mediatico suscitato a livello nazionale dallo show televisivo russo in cui si era ipotizzato che Denise fosse Olesya Rostova (corrispondenza che poi è stata smentita dall’esito dell’esame del Dna). Tra gli indagati c’era anche l’ex moglie del padre naturale di Denise (Anna Corona, che rispondeva di sequestro di persona) e due “falsi testimoni”, accusati di false informazioni al pm e che avrebbero ammesso di aver mentito.

Nei mesi scorsi la procura di Marsala aveva indagato (in parallelo) anche sulle dichiarazioni rese in tv – poi ribadite in Procura – da Maria Angioni, ex pm e oggi giudice del lavoro, accusata di false dichiarazioni a pubblico ministero. Per la Procura non ci sono riscontri sulle sue affermazioni; la ex pm – rinviata a giudizio – ha pubblicamente affermato invece di essere intenzionata a ribadire in sede di udienza quanto affermato.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 20 DICEMBRE 2021

I DATI ANALITICI DELLA SICILIA DEL 20 DICEMBRE 2021

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI