La Vardera: “Abbiamo detto ‘no’ a Figuccia”. Il deputato: “Finto paladino vestito da Iena”

“E’ finito il tempo delle false rivoluzioni alla Crocetta e delle scimmie urlatrici, serve serietà e un progetto inclusivo. Faccio fatica a comprendere le ragioni di chi pensa di mandare tutti a casa erigendosi a paladino della Sicilia”.

Erano state le parole di Vincenzo Figuccia alle quali ha risposto con veemenza Ismaele La Vardera, ex Iena e braccio destro di Cateno De Luca e del suo partito.

“Quando la volpe non arriva all’uva, dice che è acerba – ha dischiarato –. Figuccia ci ha cercato più volte: voleva essere ospitato nelle nostre liste ma ha ricevuto un secco ‘no’. Non candidiamo deputati uscenti”.

La Vardera prosegue affermando che l’obiettivo di Figuccia sarebbe essere rieletto al Parlamento. Ma il deputato regionale di Prima l’Italia “scoppia” in una diretta Facebook.

“Paladini finti, che si vestono da Iena. E vanno minacciando. Esercito di liberazione di che cosa? Se non sapete neanche rispettare i rapporti di amicizia, state a casa. Mi arrivano pugnalate alle spalle: non vi fidate di chi tradisce. La vita non è solo teatro, ma serve cuore”, conclude riferendosi ai rapporti antichi con Cateno De Luca.

BARBAGALLO: “ECCO L’UNICA RIFORMA DI MUSUMECI E RAZZA: SMANTELLARE IL SISTEMA SANITARIO”

PACCIO DI DROGA CON IL PANIERE DAL BALCONE, ARRESTI TRA PALERMO E MONREALE

MAFIA, INFILTRAZIONI NELL’ECONOMIA PALERMITANA: ARRESTI E MAXI SEQUESTRO DI BENI

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI