Il ministro Speranza: “Tuteliamo i lavoratori più esposti al contagio del coronavirus”

Il ministro della Sanità Roberto Speranza lancia l’allarme sulla sicurezza dei meidci e di tutti coloro che hanno l’obbligo di lavorare e sono esposti più di altri al rischio contagio.

“Ci sono tante persone che svolgono un lavoro fondamentale – scrive su Fb -, i primi sono le donne e gli uomini che si prendono cura di noi dentro e fuori dagli ospedali. Vanno protetti e difesi prima e più di altri con i migliori dispositivi di protezione”.

Speranza fa riferimento anche anche agli altri lavoratori “che non possono fermarsi perché le loro filiere sono vitali. Penso agli agricoltori, a chi lavora nei supermercati, ai trasportatori, ai corrieri, a tutti gli esercenti che vendono beni essenziali. C’è chi assicura che le telecomunicazioni e l’energia arrivino in tutte le case e in tutte le aziende. Ci sono le forze dell’ordine, l’esercito, le polizie locali”.

E ancora: “Ci sono poi quei lavoratori che fanno in modo che la nostra economia non si fermi del tutto, da alcune industrie ai servizi e alla pubblica amministrazione”. Speranza sottolinea che questi lavoratori “sono fondamentali e vanno protetti e difesi al meglio secondo le specificità del loro lavoro. Tutti gli altri possono aiutare il Paese stando a casa, limitando ogni possibile contatto e prendendo ogni precauzione”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI