Lampedusa, 300 migranti lasciano l’hotspot ma la situazione è ancora seria

Migliora leggermente la situazione nell’hotspot di Lampedusa, al centro di polemiche politiche da alcuni giorni per via del sovraffollamento che ha fatto scattare l’emergenza.

Nelle ultime ore 307 migranti hanno lasciato l’isola di Lampedusa dove però ci sono ancora 1.219 persone migranti, numero ancora considerevole.

La notte scorsa 87 extracomunitari sono stati imbarcati sulle motovedette della Guardia costiera e della Guardia di finanza che sono già arrivate a Porto Empedocle. Di loro 55 sono stati già fatti salire su un pullman che li sta portando in centri d’accoglienza dell’Abruzzo. Gli altri resteranno in strutture siciliane.

Il pattugliatore Dattilo della Guardia costiera ha invece già concluso l’imbarco di altri 220 migranti dell’hotspot: anche questo gruppo è destinato a Porto Empedocle.

Le incerte condizioni del tempo, con vento forte e mare mosso nel canale di Sicilia, dovrebbero impedire nuovi sbarchi nei prossimi giorni.

Stamattina c’è stata una manifestazione di protesta con una decina di persone sotto il municipio di Lampedusa per sollecitare lo sciopero generale minacciato dal sindaco Totò Martello, per richiamare l’attenzione del governo sulla gestione dei migranti: un’altra questione che sta dividendo l’isola, fra chi è favorevole e chi no.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI