Lampedusa, ancora uno sbarco di migranti. È il secondo in poche ore

Ancora sbarchi a Lampedusa, il secondo nel giro di poche ore. In nottata una piccola barca con 23 migranti a bordo, tra cui sette donne(tre di loro sono in gravidanza) e tre bambini, è approdata direttamente nel porto dell’isola. Anche in questo caso si tratterebbe di un’imbarcazione messa in mare da una “nave madre”. Ieri altri sedici migranti, tra cui un bambino e tre donne, erano approdati con un barchino in vetroresina direttamente nel porto di Lampedusa, proprio davanti alla Guardia costiera.

Le 23 persone sono state intercettate quando ormai erano arrivate quasi a terra. Anche questa imbarcazione è in vetroresina con un piccolo motore fuoribordo. Le due imbarcazioni non sarebbero state nelle condizioni di affrontare la traversata dalle coste nordafricane. Di qui l’ipotesi di  “navi madri” che lasciano i migranti a bordo di piccole imbarcazioni, nelle immediate vicinanze dell’isola. I migranti sono stati trasferiti nel centro di accoglienza.

“Come si vede il porto è aperto”, ha commentato polemicamente il sindaco di Lampedusa Totò Martello, ricordando il caso “politico” della settimana scorsa con la Mare Jonio. “Nessuno ha fermato la barca. Perché? Semplice, non ci sono controlli. A Lampedusa gli sbarchi sono frequenti”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI