mare jonio il pm non convalida il sequestro della nave

Lampedusa, sbarcati 16 migranti. Il sindaco: “Perché oggi nessuno ferma la barca?”

Nuovo sbarco con polemica. Sono sedici i migranti (tra cui un bambino e tre donne) arrivati quest’oggi al porto di Lampedusa, nella zona della ‘Madonnina’, proprio davanti alla Guardia costiera. Uno sbarco seguito dalla polemica ironica del sindaco Totò Martello: “Come si vede il porto è aperto”.

Citando il caso della Mare Jonio (fermata al largo dell’isola), Martello ha ironizzato sul mancato intervento nello sbarco odierno: “Nel caso dello sbarco di oggi nessuno ha fermato la barca. Perché? Semplice, non ci sono controlli. A Lampedusa gli sbarchi sono frequenti”.

Per quanto riguarda il tema dei migranti la giornata è stata anche segnata dallo sciopero proclamato dai lavoratori del Cara di Mineo per il 2 aprile contro la chiusura del Centro accoglienza: “Il Cara di Mineo chiude, senza garanzie occupazionali per i lavoratori. Le imprese appaltatrici dei servizi preannunciano già l’avvio delle procedure di licenziamento collettivo, mentre esponenti della maggioranza nazionale di governo formulano ipotesi di riconversione del sito che fanno a pugni con la realtà”.

I lavoratori denunciano la “falsa operazione di risparmio e ordine pubblico” e si mostrano fortemente critici sull’idea di una trasformazione del Cara Mineo in polo per l’addestramento delle forze armate, chiedendosi “chi possa davvero essere interessato a una soluzione del genere. Che, peraltro, darebbe spazio solo in minima parte a personale civile, per supportare quello militare”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI