Lampedusa, 800 migranti dell’hotspot trasferiti sulla nave “Rhapsody”

Si è concluso nel pomeriggio del 5 settembre il trasferimento di circa 800 migranti ospiti dell’hotspot di Lampedusa sulla nave “Rhapsody”: le operazioni di imbarco sono state eseguite grazie all’ausilio di un peschereccio, utilizzato come ‘piattaforma’ per ovviare al forte vento che – insieme al mare agitato – ha comunque condizionato le operazioni di imbarco. Nel frattempo è arrivata a Lampedusa la seconda nave quarantena (la Snav Adriatica): le operazioni di trasferimento di altri 550 migranti sulla “Adriatica” dovrebbero iniziare domenica mattina.

Per quanto concerne la “Rhapsody”, la scelta come nave piattaforma è ricaduta su un peschereccio (e non sulle imbarcazioni della Guardia Costiera) a causa anche delle differenze di altezza. Dopo una serie di prove le operazioni sono cominciate e hanno visto il trasferimento di 804 sono persone “no-Covid” e circa 20 positive al Coronavirus.

La Rhapsody è stata assegnata a Porto Empedocle e quindi dopo il trasbordo si trasferirà in rada nella città marinara dell’Agrigentino. Dopo il trasbordo, fra hotspot e Casa della fratellanza, a Lampedusa resteranno circa 500 migranti. Le operazioni di trasbordo dovrebbero proseguire dunque sulla Snav Adriatica, compatibilmente con le condizioni meteo che sono date in peggioramento.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI