maurizio landini
Maurizio Landini.

Landini (CGIL) a Palermo: “Il Governo convochi un tavola sulla vertenza Blutec”

Il segretario della Cgil Maurizio Landini, a Palermo per partecipare all’attivo di quadri e delegati della Camera del lavoro, guidata da Enzo Campo, chiede al governo di convocare un tavolo sulla vertenza Blutec e di “non lasciare la patata bollente in mano al commissario”.

Landini ha aggiunto che ci sono i margini per un intervento pubblico che consenta di rilanciare l’ex fabbrica Fiat, chiusa nel novembre 2011, e l’area industriale di Termini Imerese. Il segretario della Cgil chiama in causa Fca, che “non può – dice – lavarsene le mani”.

Il segretario della Cgil ha anche parlato del salario minimo: “siamo d’accordo a ragionare sul governo ma non c’è solo il problema della paga oraria. È prioritario dare valore di legge al contratto nazionale di lavoro, cioè ai diritti di tutti, a non ai contratti pirata. Oggi il numero maggiore dei contratti sono quelli privati”.

Landini ha, invece, ribadito il no del sindacato alla flat tax: “Le imposte – ha detto – devono essere progressive, come prevede la Costituzione. Il calo delle tasse va fatto, ma a partire da salari e pensioni”.

Categorie
economia
Facebook

CORRELATI