Lapo Elkann e la sua fondazione con Croce Rossa Siciliana per i più deboli

Il primo gesto è la donazione di mille paia di occhiali da destinare ai migranti minori che si trovano nei centri di accoglienza in Sicilia, mentre assieme all’azienda NewTron di Messina che collabora con Garage Italia, la Fondazione Laps regalerà ambulanze elettriche e a diesel partendo dal territorio di Siracusa.

Sono alcune delle iniziative messe in campo dalla Fondazione Laps di Lapo Elkann, che stamani a Palermo ha firmato un protocollo d’intesa con la Croce rossa siciliana per una serie di progetti in fase di definizione.

“Ho scelto la Sicilia come prima tappa di Laps perché questa è la terra d’accoglienza per eccellenza – ha detto Elkann – Amo questa terra e lo spirito della gente”.

Gli occhiali saranno donati ai minori nel periodo di Natale. E Lapo Elkann ha manifestato il desiderio di poter trascorrere qualche giorno proprio in Sicilia durante le festività natalizie.

“Voglio festeggiare qui il Natale, per aiutare chi è in difficoltà – ha affermato – Per chi ne ha le possibilità è più facile dare soldi che dare il proprio tempo, ecco io ho scelto di dare il mio tempo”.

Lapo Elkann ha citato più volte Bill Gates prendendo il fondatore di Microsoft come “un modello da seguire”. “Lui sì che salva la vita alle persone”, ha affermato Elkann. Che ha parlato di “svolta” sul suo modo di concepire il proprio impegno come imprenditore.

“Lascio ad altri l’idea di fare impresa con ‘l’io’ – ha sostenuto – Per me esiste il ‘noi’, ecco perché anche nelle mie aziende offrirò le competenze che ho nel marketing, nella comunicazione e nella creatività mentre sugli aspetti della finanza e del controllo delegherò tutto a manager in grado di portare avanti la squadra”.

Parlando delle attività che intende intraprendere attraverso la Fondazione Laps il rampollo della famiglia Agnelli ha ricordato i problemi di salute dovuti all’iperattivismo di cui soffre, alla dislessia e le conseguenze psicologiche causate dalla violenza subita quando era bambino.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI