accordo stato regione, scontro in aula tra milazzo e armao

L’Ars approva due disegni di legge, poi scoppia una rissa verbale: Aula sospesa

L’Ars ha approvato la legge “Disposizioni urgenti per il rinnovo degli organi elettivi dei comuni e degli enti di area vasta”: 27 i voti a favore, 7 i contrari. Le elezioni di secondo livello per i Liberi Consorzi di Comuni e Città metropolitane si terranno tra il 15 ed il 31 marzo 2021. Le elezioni amministrative previste lo scorso autunno e slittate a causa del Covid, si terranno tra il 1 ed il 31 marzo 2021.

A Vittoria e San Biagio Platani, amministrazioni sciolte per infiltrazioni della criminalità organizzata, le elezioni erano state “annullate” e dunque le procedure per la presentazione di liste e candidati dovranno ripartire da zero. Diverso il caso del Comune di Tremestieri Etneo, dove il voto era stato “sospeso” dalla Regione in seguito ad un’indagine della Procura di Catania: lì sono ancora valide le liste già presentate lo scorso autunno.

Nel corso della seduta di oggi l’Ars ha anche approvato il disegno di legge per la valorizzazione del tartufo in Sicilia, sottolineata con favore dai parlamentari regionali del Pd Michele Catanzaro e Nello Di Pasquale primi firmatari della proposta di legge secondo i quali è stato colmato “un vuoto normativo votando una legge che consentirà di regolamentare il settore della raccolta del tartufo nell’isola, contribuendo alla protezione dell’ambiente, ponendo freno alla raccolta indiscriminata e gettando le basi per uno sfruttamento economico controllato della coltivazione”.

Ma la giornata d’aula è terminata in maniera burrascosa con una rissa verbale che ha coinvolto l’assessore al Territorio Toto Cordaro, il deputato del Movimento 5 Stelle Francesco Cappello e l’altra deputata M5S Stefania Campo.

Cappello, rivolgendosi a Cordaro, ha detto: “Lei ha dato del buffone ai miei colleghi, ha insinuato ‘ammiccamenti’ in assessorato, non si deve permettere, la prossima volta occupiamo i banchi del governo e la prendiamo a calci nel culo”. Cappello faceva riferimento a un intervento di Cordaro che aveva appena chiuso un duro botta e risposta con Stefania Campo che era intervenuta per sollecitare a Cordaro l’istituzione del Parco Nazionale degli Iblei: “L’assessore aveva detto di condividere l’alta valenza che il Parco avrebbe avuto per il territorio, ci sono state diverse interlocuzioni e credo che tutti i passaggi che il Ministero ha chiesto siano stati portati avanti, non capisco cosa manca ancora per istituire il Parco”. Pronta la replica dell’assessore Cordaro: “Raramente ho sentito tante imprecisioni ed una dimostrazione di tale ignoranza. Il 20 febbraio 2020, poco prima del lockdown, ho convocato una riunione per ribadire la volontà di seguire un percorso istituzionalmente coerente e corretto che partisse dalla volontà dei territori”.

Poco dopo l’intervento di Cappello a difesa della collega, il presidente di turno Roberto Di Mauro ha sospeso l’aula.

CONSIGLIO COMUNALE DI PALERMO: ORLANDO “SFIDUCIATO” IN AULA

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 15 DICEMBRE 2020

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI