ars cars vota esercizio provvisorio

L’Ars ha approvato i disegni di legge su diritto allo studio e pesca

Un pomeriggio molto proficuo a Sala d’Ercole. Sono stati approvati i due disegni di legge all’ordine del giorno, quello sulla Pesca e quello sul diritto allo Studio.

Il primo testo a passare al vaglio dell’Aula è stato proprio quello che portava come titolo: “Norme per la salvaguardia della cultura e delle identità marine e per la promozione dell’economia del mare. Disciplina della pesca mediterranea in Sicilia”, approvato con 60 voti a favore su 60 presenti in un clima di estrema distensione.

Anche il secondo testo, “Disposizioni in materia di diritto allo studio”, è stato approvato a larga maggioranza con 37 voti favorevoli e 18 astenuti. È stato il Movimento 5 Stelle ad astenersi ma ciò non ha mutato l’andazzo del pomeriggio che è stato di grande apertura da parte di tutti i gruppi parlamentari. Anche il Movimento 5 Stelle ha votato i singoli articoli, senza nulla eccepire. Il Governo regionale, insomma, porta a casa due importanti disegni di legge che diventeranno ufficialmente legge con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Non è stata invece detta alcuna parola sull’emendamento che dovrebbe ripristinare il voto per i Liberi Consorzi Comunali e le assemblee della Città Metropolitane al 30 di ottobre. In origine si sarebbe dovuto votare il prossimo 30 giugno ma la scorsa settimana l’Ars ha approvato un emendamento, che è stato inserito proprio nel disegno di legge per la Pesca, che prorogava il voto al 30 giugno del 2020. Piccola annotazione: per i Liberi consorzi comunali e le assemblee delle città metropolitane votano soltanto i sindaci e i consiglieri comunali essendo una elezione di secondo grado.

Verosimilmente, l’emendamento che è stato ritirato ieri dal presidente della Regione Musumeci, sarà ripresentato nei prossimi giorni come disegno di legge autonomo composto da un solo articolo come ha spiegato a inizio di seduta il presidente Gianfranco Miccichè.

Prima dei lavori d’aula, la conferenza dei capigruppo ha deliberato all’unanimità l’ordine dei lavori odierni e della prossima settimana, quando sarà avviata la discussione del cosiddetto “Collegato” al quale seguirà il disegno di legge in materia di riforma dei rifiuti. Verrà inoltre inserito all’ordine del giorno d’Aula il ddl “Cultura della pace in Sicilia”. Giovedì 13 giugno verrà dedicata apposita seduta d’Aula alla trattazione della cd. ‘Questione morale’.

Per quanto concerne il lavoro delle Commissioni legislative, queste daranno priorità all’esame dei ddl in materia di Riforma dell’Istituto Zooprofilattico, Plastic free e Beni Unesco.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI