occupazione

Lavoro, nel 2018 disoccupazione giù a Palermo. Orlando: “Presa direzione giusta”

Qualcosa si muove, e in meglio, sul versante del lavoro a Palermo.

Sì, perché i dati diffusi dall’Ufficio Statistica del Comune hanno registrato un incremento degli occupati dello 0,5%, una diminuzione dei disoccupati del 4,4% e una diminuzione delle persone inattive dell’1,3%. Il tasso di occupazione è pari al 41%, mentre il tasso di disoccupazione è pari al 17,4% e il tasso di inattività e pari al 50%.

Nel confronto con le altre grandi città emerge con forza il divario fra le città del centro nord e le città del mezzogiorno. Fra le grandi città del meridione, Palermo è, insieme a Bari, l’unica nella quale la disoccupazione si conferma in calo nell’ultimo biennio.

Tuttavia, le tre grandi città siciliane sono, insieme a Napoli, agli ultimi posti della classifica per quanto concerne il tasso di occupazione: Palermo 41%, Catania 40,2% e Messina 37,9%. A livello nazionale, poi, il tasso di occupazione nel 2018 è risultato pari al 58,5%, in Sicilia al 40,7% e in provincia di Palermo al 39,4%.

Per quanto riguarda, invece, il tasso di disoccupazione, quallo di Palermo è, fra tutte le grandi città, il quarto valore più elevato, dopo Messina, Napoli e Catania, anche se i tassi di queste ultime città sono sensibilmente più elevati rispetto a Palermo: Messina 34,3%, Napoli 29,7% e Catania 29%, mentre a livello nazionale, il tasso di disoccupazione nel 2018 è risultato pari al 10,6%, in Sicilia al 21,5% e in provincia di Palermo al 19,8%.

“Si conferma un trend positivo con segnali incoraggianti della ripresa – ha commentato il sindaco Leoluca Orlando -. È molto importante che diminuiscano gli inattivi, segno di nuova speranza nella possibilità di ripresa. Certamente ancora molto da fare per dare lavoro e dignità del lavoro a chi ha ancora è vittima della crisi, ma la direzione intrapresa dalla citta è quella giusta”.

 

Categorie
economia
Facebook

CORRELATI