Lega, malumori interni per la nomina di Valerio Puleo a commissario di Bagheria

La nomina di Valerio Puleo, 33 anni, a commissario cittadino della Lega a Bagheria, in provincia di Palermo, ha provocato profondi malumori interni.

I consiglieri comunali leghisti Anna Zizzo e Michele Rizzo prendono le distanze, non tanto per la scelta della persona ma per il metodo utilizzato per la sua elezione “che ha totalmente escluso ab origine i consiglieri comunali e qualunque forma di dialogo e confronto con il territorio. Apprendere la notizia a mezzo stampa dà la misura di una gestione autoreferenziale del partito in provincia di Palermo, lontano dalle logiche di espressione territoriale tipiche della lega. Modalità che nulla di buono lasciano presagire per il futuro”.

I due consiglieri chiedono l’intervento di Matteo Salvini e del commissario siciliano Stefano Candiani, peraltro ringraziato pubblicamente da Valerio Puleo al momento della sua nomina, ufficializzata nel corso di una conferenza stampa dal commissario provinciale della Lega Antonio Triolo.

Per la cronaca sono stati eletti 8 commissari cittadini nella provincia di Palermo: oltre a Puleo ci sono Giuseppe Pipitone ad Altofonte; Rita Pizzo a Belmonte Mezzagno; Antonio Amato a Carini; Bartolo Sillitti a Isola delle Femmine; Filippo Cangemi a Partinico; Filippo Di Maggio a San Giuseppe Jato e Antonino Corso a Termini Imerese.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI