ars rinviata commissione bilancio

Legge di stabilità “a ostacoli”, rinviata la Commissione Bilancio. Il Pd: “Irresponsabili”

Già in commissione bilancio la legge di stabilità “esplode” e fa emergere le contraddizioni interne alla maggioranza, scatenando le inevitabili polemiche da parte delle opposizioni. Per quanto snella e con pochi articoli, come ha sottolineato il Governo regionale, è già gravata da una quantità enorme di emendamenti molti dei quali portano la firma di assessori e deputati della maggioranza.

Un segnale d’allarme sul clima che si respira all’Ars arriva decisamente dalla commissione Bilancio presieduta da Riccardo Savona che avrebbe dovuto riunirsi oggi, giovedì, ma che invece è stata aggiornata a domani mattina dopo alcuni rinvii di tre ore in tre ore che sono il sintomo di un malessere sottolineato con forza dalle opposizioni.

Giuseppe Lupo, capogruppo del Pd, parla all’Opinione di “un clima già da fine legislatura” e di un disastro per la Sicilia provocato da “irresponsabili”. In una nota firmata insieme al vicepresidente della Commissione Bilancio, Baldo Gucciardi, viene rimarcato lo “scontro interno alla coalizione Musumeci, che paralizza ancora una volta la Regione e impedisce l’approvazione del Bilancio di Previsione e della Legge di stabilità.

“La rissa all’interno dei partiti che sostengono il presidente della Regione – aggiungono – ha determinato di fatto la bocciatura della ridicola ed improvvisata manovra economica approvata dalla giunta. Musumeci abbia il buonsenso di intervenire per il bene della Sicilia, – concludono – impedisca il ‘saccheggio’ delle casse regionali chiedendo il ritiro di tutti gli emendamenti presentati dalla sua irresponsabile maggioranza che ha sabotato la manovra facendo precipitare la Regione nel caos”.

MOVIMENTO 5 STELLE: “Ancora una volta gli interessi della Sicilia e dei siciliani vengono messi in secondo piano rispetto a quelli della maggioranza. Gli azionisti del governo Musumeci, evidentemente, per dare l’ok alla finanziaria vogliono capire cosa potranno ottenere in sede di collegato, che è il terreno in cui ciascuno cercherà d piantare la propria bandierina. Sono giorni che siamo bloccati per conoscere l’entità della manovra, ora arriva un nuovo rinvio in attesa del collegato. Una giornata buttata al vento perché la maggioranza non ha trovato la quadra su come spartirsi la torta. Tutto ciò è inaccettabile e vergognoso. Come sempre questo parlamento privilegia gli interessi di pochi a quelli di molti. E meno male che l’obiettivo di Musumeci era quello di approvare la manovra entro il 31 dicembre scorso”.

ESERCIZIO PROVVISORIO: E’ appena il caso di ricordare che l’Assemblea il mese scorso ha votato l’esercizio provvisorio per un solo mese e che l’auspicio della maggioranza era quello di approvare Bilancio e Finanziaria prima della fine di gennaio. Il clima che si respira a Palazzo però non sembra proprio quello giusto.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI