Licata, sassaiola contro la casa dei vicini dopo una lite sui social: fermate tre persone

Si è reso necessario l’intervento dei carabinieri a Licata, dove una lite fra famiglie é culminata in una sassaiola (e relative minacce) da parte di una delle due fazioni contro la casa del vicino, un uomo di 45 anni.

Il fatto è scaturito da un aspro litigio con insulti nato sui social, nell’ambito del quale sono poi intervenuti mariti e figli: secondo l’accusa a provocare la sassaiola sono stati un marito e due figli (rispettivamente di 58, 26 e 23 anni) che avrebbero proseguito e ricevuto manforte anche dopo l’intervento dei militari. Padre e figli sono stati arrestati e posti ai domiciliari, per tentata violazione di domicilio, danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Una volta in caserma, i soggetti fermati avrebbero causato altri danni e dalle indagini è emerso che già il giorno della prima sassaiola sarebbero stati esplosi dei colpi d’arma da fuoco contro la porta di casa e un proiettile s’è conficcato in un pensile della cucina.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI