Licenziamenti, divieto prorogato ma è urgente la riforma delle politiche del lavoro

Il 31 marzo sarebbe dovuto scadere il divieto di licenziamento in vigore da marzo 2020: la stima era che ai 444 mila occupati in meno del 2020 se ne sarebbero subito aggiunti altri 400 mila. Prevalentemente donne e giovani e sud. Una faglia a cui il Governo Draghi deve comunque dare una risposta adeguata, che non è solo di risorse ma soprattutto di riforma degli strumenti. Adesso arriva la conferma del Ministro Orlando: il divieto sarà eliminato progressivamente e il blocco sarà selettivo, non sarà più uguale per tutti. In base alle anticipazioni sul prossimo “decreto Sostegno”, la scadenza di fine marzo troverà un’ulteriore proroga della cassa integrazione Covid (introdotta il 17 marzo 2020 dal decreto Cura Italia e poi … Leggi tutto Licenziamenti, divieto prorogato ma è urgente la riforma delle politiche del lavoro