Lo Coco e la cultura del cibo, quando lo chef "racconta" attraverso i piatti

Zagarella, Lo Coco e la cultura del cibo: quando lo chef “racconta” attraverso i piatti

Se la cucina è cultura è stata una serata culturale speciale quella con lo chef Tony Lo Coco nell’incantevole terrazza vista mare del Domina Zagarella Sicily, uno dei punti turistici di riferimento, ormai completamente ristrutturato.

Una raffinata ricerca di accostamenti per la creazione di sapori inediti in una serata aperta a ospiti stranieri che hanno apprezzato l’arte di Lo Coco, chef del ristorante I Pupi di Bagheria, una stella Michelin. Lo Coco ha proposto alcuni tra i suoi piatti più rappresentativi, intessendo alla sua maniera un racconto del territorio, nel quale a dominare sono alcuni piatti della tradizione culinaria bagherese e dello streetfood palermitano, ovviamente rivisti in chiave gourmet.

zagarella cena chef lo coco

Dallo “spaghetto di tonno crudo”, con salsa di bottarga, colatura di alici, mollica tostata e perlage di yuzu al “Ricordo di sfincione”, ovvero una base di ricotta con mollica di pane fresco, servita con airbag di pane e una crema di tuma, acciughe e cipolla; dal “Tataki di ricciola”, servita con canazzo, cipolla arrosto in agrodolce, olio alla menta ed erbette aromatiche al “Risotto tenerumi e aragosta”.

E ancora due tra i piatti più iconici dello chef, “Anelletti al forno” con ripieno di burrata su ragù di tonno, con crema di primosale e crema di ragusano e la “Stigghiola” che abbandona le interiora di agnello e si trasforma in prodotto di mare con tonno e cipollotto scottato avvolti da una seppia e serviti con olio alla cenere.

La chiusura è stata un omaggio al territorio bagherese, il verdello con “Tutto limone” con l’agrume presentato in varie consistenze.

Categorie
cultura
Facebook

CORRELATI