M5S e PD attaccano Musumeci: “Spot tv con fondi europei, intervenga la Corte dei Conti”

Il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo, ha presentato una interrogazione all’Assemblea Regionale Siciliana, con cui si chiede di conoscere il costo per la realizzazione dello spot pubblicitario e quello per l’acquisizione degli spazi televisivi. 

“Con quali fondi la Regione Siciliana paga gli spot in onda su alcune emittenti nazionali? C’è il rischio che il governo Musumeci faccia un uso improprio di risorse europee per propagandare la sua – fallimentare – attività di governo”, afferma. “Noi chiediamo a Musumeci di chiarire i punti relativi ai costi imputabili per la realizzazione e la diffusione dello spot che contengono, secondo noi, profili oggetto dell’attenzione della Corte dei Conti”.

Anche i deputati del M5S all’Ars hanno commentato gli spot della Regione Siciliana che stanno andando in onda in questi giorni sulle tv nazionali: “Se Musumeci è stato costretto ad investire soldi pubblici per pubblicizzare il suo operato, è evidente che di quello che ha fatto il suo governo, cavalli di Ambelia a parte, non s’è accorto quasi nessuno. Non sarà comunque uno spot, dall’evidente sapore elettorale, a cambiare il giudizio sul suo disastroso governo, che rimane certamente uno dei peggiori degli ultimi decenni. E non certo per colpa del Covid. Anche prima dello scoppio della pandemia l’esecutivo Musumeci, che è andato avanti a forza di esercizi provvisori e inguardabili toppe su leggi impugnate, si era distinto per la sua totale inconcludenza”.

LAGALLA CANDIDATO SINDACO A PALERMO: “SPERO CHE IL CENTRODESTRA TROVI L’UNITÀ”

MUSUMECI: “LAGALLA HA FATTO UNA SCELTA D’AMORE. REGGERÒ L’ASSESSORATO PER QUALCHE TEMPO”

COVID, LA CURVA DEI CONTAGI SI È FERMATA MA SALGONO I RICOVERI: I DATI GIMBE

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI