Mafia, delitto Spatola: confermati i 30 anni di carcere per Adamo e i Lo Piccolo

Salvatore Lo Piccolo, Sandro Lo Piccolo e Andrea Adamo si sono visti confermare in appello la condanna a 30 anni di carcere (emessa in primo grado tredici anni fa) per l’omicidio col metodo della lupara bianca del boss Benedetto Lino Spatola e di Giuseppe D’Angelo, innocente ucciso in precedenza perché scambiato per il capomafia di Tommaso Natale.

Come riportato dal Giornale di Sicilia, la prima sezione della Corte d’assise d’appello di Palermo ha dunque accolto le richieste e le tesi del sostituto procuratore generale Rita Fulantelli.

I fatti risalgono all’estate del 2006. Il 22 agosto in via Sferracavallo a Palermo, davanti alla bottega di un fruttivendolo, i killer colpirono un pensionato di 61 anni scambiato per Spatola. Il 18 settembre del 2006 Spatola fu invece strangolato dopo essere stato invitato per una sorta di “paciata” con i Lo Piccolo. Spatola andò all’appuntamento, portando loro pure un coniglio e una bottiglia di whisky, prima di essere ucciso e sepolto nello stesso terreno in cui, a gennaio di quell’anno, erano stati messi i resti di Giovanni Bonanno.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI