Mafia, estorsione a imprenditori e artisti: 22 arrestati a Catania / NOMI

La Guardia di Finanza di Catania ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 22 persone nell’ambito di un’inchiesta antimafia della Dda della Procura etnea contro il clan Cappello-Carateddi in cui sono vittime imprenditori e artisti.

Nell’ambito dell’operazione denominata Sipario, complessivamente, sono 34 le persone indagate. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono associazione mafiosa, corruzione, falso in atto pubblico, trasferimento fraudolento di valori, bancarotta fraudolenta, riciclaggio, autoriciclaggio, corruzione elettorale, estorsioni ed intralcio alla giustizia. Per quest’ultime due accuse è contestata anche l’aggravante di avare favorito la mafia.

Sono state sequestrate, inoltre, quote sociali e patrimoni di tre società del capoluogo etneo operanti nel settore dei bar e della ristorazione, per un valore complessivo stimato in circa 5 milioni di euro.

Si riporta di seguito l’elenco dei soggetti destinatari dell’ordinanza:

Misure cautelari personali in carcere: Orazio Buda, Mauro Massari. Misura cautelare degli arresti domiciliari: Giuseppe Castorina, Maurizio La Rosa, Francesco Campisi, Giuseppe Longhitano, Attilio Topazio. Misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria: Fabio Famà, Santo Giovanni Famà, Antonio Vita. Misura interdittiva dell’attività imprenditoriale: Santo Alessio Buda, Irena Businskiene, Francesco Carlino, Vincenza Coco, Pietro Fisichella, Rosario Gerbino, Monica Gregorio, Rosario Marletta, Cristian Papa, Angela Privitera, Fortunata Toscano, Monica Caruso.

CASO ASTRAZENECA, LE DICHIARARAZIONI DI RAZZA

BLOCCATO IN ITALIA IL VACCINO ASTRAZENECA

COVID, QUATTRO NUOVE ZONE ROSSE IN SICILIA

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI