Mafia, infiltrazioni al mercato della fiera a Catania: scatta il sequestro di beni

La Polizia ha eseguito un sequestro di beni in relazione a presunte infiltrazioni mafiose nella cosiddetta ‘Fera o Luni’, lo storico mercato della Fiera di piazza Carlo Alberto, a Catania. Il sequestro (per 500 mila di euro) è scattato per beni riconducibili ad un affiliato al clan Cappello – Carateddi, Giovanni Pantellaro, di 57 anni, attualmente detenuto.

Oggetto del sequestro sono infatti tre imprese individuali nel settore dell’abbigliamento e casalinghi operanti al mercato della Fiera, rapporti bancari/finanziari intestati a familiari, una villetta a San Francesco la Rena, un appartamento ed un garage nella zona di Viale Rapisardi.

L’inchiesta della Procura avrebbe evidenziato per la prima volta le infiltrazioni della criminalità organizzata e  l’interesse dell’organizzazione mafiosa a mantenere il controllo di alcune attività commerciali, acquisendo autorizzazioni e concessioni intestate anche a terzi.

VACCINO COVID ASTRAZENENCA: VIA LIBERA PER GLI OVER 65

COVID; MUSUMECI: “NUOVE CHIUSURE? SPERO DI NO”

FINANZIARIA: TAGLI PIU’ “LEGGERI” ALLE PENSIONI DEI REGIONALI

8 MARZO: NON BASTANO GLI AUGURI, SERVE OCCUPARCI DEL LAVORO DELLE DONNE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI