Mafia, otto nuovi sorvegliati speciali nel Catanese: hanno legami coi clan

Diciotto misure di sorveglianza speciale sono state eseguite nell’ultimo mese ad altrettante persone da parte della Questura di Catania, dopo essere state emesse dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale etneo.

Tali soggetti sono ritenuti socialmente pericolosi per la sicurezza pubblica in quanto alcuni di loro indiziati anche per reati gravi, tra cui quelli di associazione mafiosa o aggravati dalla finalità o dal metodo mafioso, di traffico di sostanze stupefacenti e delitti contro la persona ed il patrimonio.

Otto soggetti apparterrebbero alla mafia e avrebbero collegamenti coi clan. Si tratta di Goffredo Francesco Treccarichi Scauzzo, Concetto Bonaccorsi, Luigi Scuderi, Massimiliano Lizzio, Emilio Gangemi (legati al clan Cappello- Bonaccorsi), Antonio Patanè (inserito nella famiglia Laudani), Oliviero Sangani e Gaetano Pellegrino (della famiglia Mazzei).

I restanti dieci provvedimenti sono stati emessi nei confronti di soggetti appartenenti alla criminalità comune: Giuseppe Romeo, Pietro Pulvirenti, Francesco Cannavò, Casare Lizzio, Carmelo Musumeci, Francesco Rizzo, Sebastiano Sicari, Orazio Tringale, Francesco Caponetto e Antonio Falsaperla.

TRAGICO INCIDENTE A PORTO EMPEDOCLE, MUORE ANGELO MELLUSO: AVEVA 34 ANNI

PALERMO, IL MONOPOLIO DELLE SCOMMESSE IN MANO ALLA MAFIA: CONFISCA DI BENI DA 6 MILIONI

AI DOMICILIARI IL DIRETTORE DELLE POSTE DI PALAZZO ADRIANO: ESTORCEVA SOLDI A UN 80ENNE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI