scommesse

Mafia e scommesse, sequestrati beni a due imprenditori palermitani

Beni per un valore di circa 6 milioni di euro, riconducibili a due imprenditore palermitani legati al mondo delle scommesse, sono stati sequestrati dalla Polizia.

Si tratta del 47enne Benedetto Bacchi e del 50enne Francesco Nania.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Palermo, Sezione Misure di Prevenzione, su proposta del Questore del capoluogo siciliano.

Nel dettaglio, a Bacchi sono stati sequestrati 11 beni immobili tra Palermo, Partinico e Borgetto; 3 veicoli; 6 rapporti finanziari; 1 quota societaria; 4 società con sede a Partinico; 4 società aventi sede a Malta prevalentemente dei settori dei giochi e scommesse e dell’edilizia.

A Nania, invece, è stato disposto il sequestro di una società operante nel settore dell’esportazione alimentare negli Stati Uniti d’America con sede nel comune di Ottaviano, in provincia di Napoli.

Gli investigatori hanno spiegato che le indagini “hanno confermato l’esistenza di una forte compenetrazione tra l’attività dell’organizzazione mafiosa Cosa Nostra e la gestione e distribuzione sul territorio delle sale da gioco e di raccolta di scommesse in seno alle quali, quotidianamente, si muovono consistenti flussi di denaro che rappresentano una delle più cospicue fonti di reddito degli ultimi anni per la stessa associazione criminale”.

In quel contesto – hanno aggiunto gli inquirenti – un ruolo di primissimo piano lo aveva Benedetto Bacchi che “tramite un vero e proprio accordo contrattuale con Cosa Nostra palermitana, era riuscito, in un breve arco temporale, a monopolizzare il settore e realizzare una rete di agenzie abusive capaci di generare profitti quantificati nell’ordine di oltre un milione di euro mensili”.

Sia Bacchi che Nania erano finiti un anno fa in manette nell’ambito dell’operazione Game Over, insieme ad altre 29 persone accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di valori, concorrenza sleale aggravata dal metodo mafioso, riciclaggio e associazione per delinquere finalizzata alla produzione, detenzione e spaccio di stupefacenti.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI