Mafia, sequestro di beni per 300 mila euro all’ex ‘campiere’ della famiglia Messina Denaro

La Guardia di finanza di Trapani ha sequestrato beni aziendali per 300.000 euro a Vincenzo La Cascia, indicato come esponente di spicco della famiglia mafiosa di Campobello di Mazara, e coinvolto, nel maggio del 2018, nell’operazione ‘Anno Zerò coordinata dalla Procura Distrettuale di Palermo.

Il ruolo di ‘campiere’ ricoperto in passato da La Cascia per conto della famiglia Messina Denaro a Castelvetrano e i contatti avuti da quest’ultimo con lo stesso boss Matteo lo fanno ritenere parte della ristretta cerchia degli uomini di fiducia del superlatitante.

Secondo l’accusa, per un periodo si sarebbe adoperato per diramare ai membri della consorteria mafiosa gli ordini impartiti dal capomafia.

DROGA A PALERMO, IN CASA CON 3 CHILI E MEZZO DI COCAINA: ARRESTATI MARITO E MOGLIE

MALTEMPO, NOTTE DI TEMPORALI E FORTE VENTO SULLA SICILIA ORIENTALE

MALTEMPO, ALLERTA METEO ROSSA PER LA SICILIA ORIENTALE NELLA GIORNATA DEL 29 OTTOBRE

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI