Maltempo, acqua torbida e guasti: disagi in provincia di Palermo e nel Trapanese

Il maltempo in Sicilia sta creando disagi anche nell’erogazione dell’acqua potabile. A causa del permanere delle condizioni di elevata torbidità delle acque prelevate, non è stato possibile rimettere in esercizio il potabilizzatore “Cicala” di Partinico. A tale criticità si sono aggiunti i numerosi guasti causati dai fulmini delle ultime ore alle linee elettriche di media e alta tensione gestite da Enel, che ha quindi interrotto l’alimentazione dell’impianto di pompaggio di Casteldaccia (che garantisce circa il 30% dell’approvvigionamento idrico della Città di Palermo) e di altri impianti minori in territorio di Altavilla Milicia.

La concomitanza dei due problemi determina quindi gravi cali di pressione, fino all’interruzione totale, in diverse aree e quartieri della città di Palermo e dei comuni della provincia, sia verso Trapani sia verso Messina. In particolare, per la città di Palermo, i cali di pressione potranno interessare l’intera zona nord della città, nonché i distretti pedemontani di Villagrazia, Boccadifalco bassa, Rocca, Borgo Nuovo, Uditore, Perpignano alta, Cruillas.

Per quanto riguarda la provincia, i problemi interessano e certamente interesseranno domani i comuni della fascia nord-occidentale (Balestrate, Trappeto, Terrasini, Carini, Capaci e Isola delle Femmine) e della zona sud della provincia (Baucina, Ciminna, Ventimiglia di Sicilia). Inoltre, se nelle prossime ore non verranno risolti i problemi della rete elettrica provinciale, si potranno verificare disservizi anche nei comuni della fascia costiera orientale (Bagheria, Villabate e Ficarazzi).

Disagi anche nel Trapanese. Siciliacque ha sospeso la distribuzione di acqua nei comuni di Trapani, Erice, Valderice, Paceco, Custonaci, Buseto Palizzolo, Alcamo, Calatafimi, Gibellina, Partanna, Poggioreale, Salaparuta, Salemi, Santa Ninfa e Vita, oltre a Montevago e Santa Margherita Belice. “Abbiamo dovuto sospendere il trattamento presso il potabilizzatore di Sambuca di Sicilia – si legge in una nota – per l’improvviso aumento della torbidità dell’acqua grezza proveniente dall’invaso Garcia, dovuto alla piena del fiume Belice per le ingenti precipitazione verificatesi nelle ore precedenti”.

PALERMO, RICICLAGGIO IN ALBANIA: ARRESTATI ZUMMO E PETRUZZELLA, SEQUESTRO DI BENI PER 50 MILIONI

COVID IN SICILIA, IL COMUNE DI NICOLOSI IN “ZONA ARANCIONE” FINO AL 24 NOVEMBRE

COVID IN SICILIA, RIALZO DEI CASI E DI RICOVERATI IN OSPEDALE: IL BOLLETTINO SETTIMANALE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI