Maltempo in Sicilia, oggi allerta arancione a Catania e Messina: scuole chiuse

L’ondata eccezionale di maltempo che sta colpendo la Sicilia (orientale soprattutto) non accenna a diminuire. Per la giornata di oggi, mercoledì 27 ottobre, è prevista l’allerta meteo arancione nelle province di Messina e Catania e i sindaci hanno preso dei provvedimenti.

Bisogna prendere una decisione drastica per le scuole“. Così il sindaco di Messina, Cateno De Luca, annuncia attraverso una diretta su Facebook la decisione di chiudere gli istituti di ogni ordine e grado a causa del maltempo e dei disagi sulla A18. “Voglio chiudere le scuole fino a venerdì – dice De Luca -. C’è un casino per venire dalla zona jonica, posso io penalizzare gli studenti di quella zona? Non è il caso. Ho mandato la convocazione al Prefetto per fare un tavolo tecnico e verificare quando il Cas aprirà l’autostrada. Voglio anche dare un’occhiata a tutti gli istituti per capire qual è la situazione. Fino a quando non ho garanzie che si riapre l’autostrada potrei non riaprire le scuole“.

Il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, d’intesa con il Prefetto, ha decretato per oggi 27 ottobre la sospensione delle attività didattiche “quale misura idonea a garantire il flusso veicolare le strade cittadine e consentire altresì al personale non docente di garantire l’accesso di eventuali addetti alle manutenzioni degli edifici scolastici per gli opportune controlli”. “In diversi plessi, infatti, si registrano danni per via della violentissima ondata di maltempo che ha colpito la citta’ di Catania e sono necessarie verifiche accurate per garantire l’accesso degli alunni in sicurezza”, si legge nella nota del Comune.

Oltre alla sospensione delle attività didattiche negli Istituti scolastici di ogni ordine e grado pubblici e privati ricadenti nel Comune di Catania, per la giornata di oggi 27 ottobre, il sindaco Pogliese ha anche disposto: la chiusura dei Cimiteri Comunali fatta eccezione per l’eventuale accoglimento delle salme; chiusura degli impianti sportivi all’aperto; chiusura del Giardino Bellini e tutti i Parchi Comunali; la limitazione dell’uso dell’auto e il divieto alla circolazione di ciclomotori; ai cittadini di non transitare nei pressi di aree gia’ sottoposte ad allagamento/ esondazione, frane e smottamenti di terreno; ai cittadini di stare lontano da alberi e strutture precarie e vulnerabili; alle imprese di costruzione il controllo degli ancoraggi dei ponteggi, gru e oltre ogni struttura presente nei cantieri edili.

CATANIA, IL MALTEMPO NON DÀ TREGUA: UN UOMO DI 53 ANNI MUORE TRAVOLTO DALL’ACQUA

MAFIA E SCOMMESSE ONLINE: 16 CONDANNE, 9 ASSOLUZIONI

INCHIESTA SUI BILANCI A PALERMO, LO SFOGO: “MANCANO UN SACCO DI SOLDI”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI