Maltempo in Sicilia, la Palermo – Agrigento diventa un fiume di fango: fermi anche i treni

La Palermo – Agrigento diventa un fiume di fango. Questo lo scenario causato dal maltempo in Sicilia, che nella giornata di oggi registra l’esondazione del fiume Platani tra Roccapalumba e Lercara Friddi: l’acqua (mista a fango) è arrivata ad invadere la sede stradale.

Come comunicato dall’Anas, “sono provvisoriamente chiuse al traffico le strade statali 121 “Catanese”, in territorio comunale di Roccapalumba al km 196,300, e 189 “Della Valle del Platani” dal km 0 al km 6, in prossimità del bivio Manganaro”. Da segnalare il pericolo scampato per un gruppo di di escursionisti, sorpresi dal maltempo mentre si trovavano nei pressi della riserva orientata Monte Carcaci (tra Castronovo di Sicilia e Prizzi). Il gruppo è stato soccorso e portato in salvo da una squadra di vigili del fuoco e Protezione Civile.

Ma i disagi riguardano anche il traffico ferroviario: sulla linea Palermo-Agrigento/Catania è sospeso tra Montemaggiore e Roccapalumba per l’allagamento della sede ferroviaria e si è provveduto a riprogrammare l’offerta ferroviaria, con treni attestati a Caltanissetta Xirbi e Cammarata San Giovanni Gemini. Attivato dunque il servizio sostitutivo con autobus fra Palermo e Agrigento e Palermo e Catania, e fra Cammarata e Palermo, Caltanissetta Xirbi e Palermo (non garantito invece il collegamento con  Roccapalumba-Alia).

INAUGURATO IL PRIMO FRECCIABIANCA DELLA SICILIA

DROGA, SERRA DOMESTICA CON 30 PIANTE DI CANAPA INDIANA: ARRESTATA UNA COPPIA A FAVARA

L’ALLARME DI ANCE SICILIA: “TROPPO REDDITO DI CITTADINANZA. PNRR, I TERRITORI SI SVEGLINO”

COVID, GREEN PASS PROROGATO FINO ALL’ESTATE E CHIUSURE “CONTROLLATE”: IL PIANO DEL GOVERNO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI